IL R.U.N.T.S. AI NASTRI DI PARTENZA

09 novembre 2021

Il Registro Unico Nazionale del Terzo settore (R.U.N.T.S.), introdotto dall'art. 45 del Codice del Terzo settore di cui al D.Lgs. 3 luglio 2017 n.117, è destinato a sostituire i registri delle APS, delle ODV e l'anagrafe delle Onlus previsti dalle precedenti normative settoriali.

Il 23 novembre 2021 esso diventerà finalmente operativo.

La data di attivazione, attesa da tempo dal mondo del Terzo settore italiano, è stata individuata al fine con Decreto n. 561 del 26 ottobre 2021 del Direttore generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Il 23 novembre p.v. avrà quindi inizio la fase di trasmigrazione dei dati degli Enti non profit iscritti alla data del 22 novembre 2021 nei vigenti Registri delle Organizzazioni di volontariato (ODV) e delle Associazioni di promozione sociale (APS) verso il nuovo RUNTS; al trasferimento, che si dovrà concludere entro il 21 febbraio 2022, seguirà la verifica delle singole posizioni da parte degli uffici statale e regionali.

Per le ONLUS – per le quali la trasmigrazione al RUNTS richiede la preventiva individuazione della sezione del registro cui iscriversi - l'Agenzia delle entrate concorderà con il Ministero le modalità di comunicazione al RUNTS medesimo dei dati e delle informazioni degli enti iscritti alla relativa anagrafe alla data del 22 novembre 2021.

Quando tale processo sarà concluso, chiunque potrà accedere al RUNTS e consultare atti e informazioni degli Enti del terzo settore iscritti: questi ultimi dovranno aggiornare le informazioni, depositare i bilanci, le modifiche statutarie e gli altri documenti previsti dalla legge.

Sempre dal 23 novembre 2021 non sarà più possibile richiedere l'iscrizione ai Registri delle ODV e delle APS o all'anagrafe delle Onlus: tutti gli Enti di nuova iscrizione, dal 24 novembre, potranno richiedere l'iscrizione al RUNTS in via telematica.

Le procedure di iscrizione nel Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, le modalità di deposito degli atti, le regole per la predisposizione, la tenuta, la conservazione e la gestione del Registro sono disciplinate, in attuazione dell'art. 53, comma 1 del Decreto Legislativo 3 luglio 2017, n. 117, dal Decreto Ministeriale n. 106 del 15 settembre 2020, a firma del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali (G.U. n. 251 del 21 ottobre 2020).

Il predetto D.M. n.106 reca tre Allegati tecnici, A, B, e C, che ne costituiscono parte integrante, e quattro Appendici che rappresentano il tracciato informatico utilizzato dal sistema informativo del R.U.N.T.S. (che non sono di immediato utilizzo da parte degli Enti).

Gli allegati tecnici A, B e C potranno poi essere aggiornati o modificati con decreto del Direttore generale del Terzo settore e della responsabilità sociale delle imprese (art. 40 d.m.), per esigenze tecniche.

Con D.D.G. 344 del 29 luglio 2021 sono infatti già stati aggiornati l'allegato tecnico A e le appendici degli allegati tecnici B e C.

Avv. Teodoro Sinopoli

Archivio news

 

News dello studio

nov9

09/11/2021

IL R.U.N.T.S. AI NASTRI DI PARTENZA

Il Registro Unico Nazionale del Terzo settore (R.U.N.T.S.), introdotto dall'art. 45 del Codice del Terzo settore di cui al D.Lgs. 3 luglio 2017 n.117, è destinato a sostituire i registri delle

ott25

25/10/2021

QUALE "DATORE DI LAVORO" PRIVATO E' OBBLIGATO A VERIFICARE IL POSSESSO DEL GREEN PASS?

In data 21 settembre 2021, come è noto, il Presidente della Repubblica, su proposta del Governo, ha promulgato il decreto legislativo n.127, che ha profondamente modificato il D.L.  22 

ott18

18/10/2021

GREEN PASS OBBLIGATORIO NEI LUOGHI DI LAVORO E RISPETTO DELLA PRIVACY DOPO IL D.L. n. 127/2021

Ci si chiede da più parti che cosa è cambiato dal 15 ottobre 2021. Con il Decreto Legge n.127 del 21 settembre 2021, in vigore dal 15 ottobre scorso,  la certificazione verde diventa